Ciao,
in tanti ci state chiedendo come siamo riusciti a mettere in atto un progetto nuovo, innovativo e, addirittura, in presenza, in questo particolare anno scolastico segnato dalle tante anomalie organizzative.

Nessuno segreto, nessuna formula speciale!

Come capita spesso è l’insieme di una serie di fattori che consente di poter realizzare idee, progetti e intuizioni.
Nel Caso di Invasione Responsabile, di nostro, ci abbiamo messo l’impegno a volere realizzare l’azione. Le particolari condizioni sociali, apparentemente solo avverse e difficili, si sono rivelate anche funzionali. Oltre a distanza e sconforto, abbiamo incontrato desiderio di dare segnali, voglia di lasciare un segno, esigenza di nuova consapevolezza.
L’avanzamento è avvenuto per fasi e test, la prima è stata l’ideazione del contenitore progettuale, ovvero dell’impianto che potesse rispondere ai bisogni della scuola. Abbiamo chiesto a Insegnanti ed istituzioni se interessasse un progetto di supporto all’insegnamento dell’educazione civica diventata obbligatoria.
Parallelamente è stato necessario conoscere, testare e studiare lo strumento del CROWDFUNDIG e intercettare il partner giusto che potesse sostenerci nel percorso di proposta alle scuola.
L’elemento chiave è stato l’incontro del contesto scolastico adeguato, ci riferiamo a dirigente scolastico e corpo docenti, che hanno scelto di utilizzare il progetto conformandolo a norme, restrizioni e particolarità dell’organizzazione didattica degli ultimi mesi interpretando a pieno lo spirito con cui INVASIONE RESPONSABILE si va ad inserire nel processo educativo di bambini, famiglie e territorio.
Di fondamentale rilevanza la risposta della Community, prevalentemente territoriale, in continua crescita e composta anche da persone che si sono avvicinate al progetto attratte da temi e dai contenuti.
Ci aspetta un impegno enorme per i prossimi mesi, vogliamo infatti replicare anche in altri territori e scuole l’iniziativa, contando su condizioni sociali maggiormente favorevoli alla realizzazione dell’intero percorso.
Per fare questo abbiamo confezionato per scuole e territori un percorso di avvicinamento alla realizzazione del progetto, che presentiamo nei nostri eventi live del mercoledì.

Trovi il link in fondo alla pagina.

Siamo certi di essere solo all’inizio del lungo percorso di sensibilizzazione che intendiamo portare avanti. Ci stiamo confrontando con un vero e proprio processo culturale per realizzare la nostra duplici missione:

  1. Diffondere stimoli educativi per una nuova cultura della cittadinanza responsabile,
  2. Promuovere un’educazione che non sia solo a carico dell’istituzione scolastica e delle famiglie ma che possa essere condivisa, partecipata e sostenuta anche dalla cittadinanza, dalla comunità.

Ogni persona può essere agente di cambiamento responsabile, ti raccontiamo la nostra visione e le strategie che abbiamo pensato per poterlo realizzare, partecipa ad uno dei nostri eventi informativi, registrati al link qui sotto.

Top